Eccovi un piccolo report della serata organizzata insieme ad i nostri amici di Avenged Sevenfold Italia al Gasoline Road Bar di Brescia!
Serata con due ottime cover band di Trivium ed Avenged Sevenfold, organizzata per per riunire alcuni fan di queste due band ed entrare meglio in clima da concerto, visti gli imminenti live in Italia di entrambe le band!

La serata parte con gli Italian Deathbats, che scaldano subito l’atmosfera con pezzi aggressivi come Nightmare, Critical Acclaim e Second Heartbeat, e intrecciandoli poi con alcune ballad tipiche degli Avenged Sevenfold. La giovanissima band (vista l’età dei sette componenti) tiene bene il palco per circa 90 minuti facendo cantare tutto il pubblico presente nel locale, e riproponendo in maniera fedele il sound degli Avenged Sevenfold.

Se siete interessati, potete seguirli sulla loro Pagina Facebook e alla pagina dell’ Avenged Sevenfold Italia.


Sulle note di The End Of Everythings, salgono sul palco gli SHOGUN, band bresciana nata nel 2015, ma che non avevamo mai avuto il piacere di vedere in azione e che propone egregiamente pezzi di tutta la carriera discografica dei nostri Trivium.

Il pubblico nel locale si scalda sin dalle prime note, con fan più accaniti che sembrano conoscere a memoria i testi delle canzoni, ed altri fan che pur conoscendoli decidono di darsi al pogo per esprimere meglio l’energia trasmessa loro da questi pezzi.

 


Il bassista e leader della band, Paolo Zamboni, dimostra attitudini da vero frontman richiamando più volte il pubblico che risponde con foga alla setlist proposta da questi ragazzi. Setlist che ripercorre tutti gli album della band da Ember to Inferno a Silence In The Snow, con pezzi come Rain, Becoming The Dragon, Like Callisto to a Star in Heaven o le ultimissime Silence In The Snow ed Until The World Goes Cold. Decidono di concludere la serata con l’ormai classica In Waves con tanto di gente pubblico sul palco a fare da corista, insomma, una grande festa per tutti!

 

Gli SHOGUN sono:

Alessandro Noris (voce),

Francesco Baptista (chitarra),

Claudio Pisano (chitarra),

Paolo Zamboni (basso),

Federico Domeneghini (batteria)

 

setlist:

Intro – The End Of Everything

Rain
Pull Harder On The Strings Of Your Martyr
Strife
Silence In The Snow
Until The Wolrd Goes Cold
Becoming The Dragon
Throes Of Perdition
The Deceived
Like Callisto To A Star In Heaven
Down From The Sky
Ember To Inferno
A Gunshot To The Head Of Trepidation
Intro – Capsizing The Sea
In Waves


Se, come noi, siete amanti dei Trivium, potete seguire la loro Pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle loro date e se siete della loro zona, non perdetevi i loro concerti per passare un ottima serata live con la musica dei Trivium, cosa molto rara nel panorama italiano.


Vi ricordiamo di iscrivervi ai nostri canali social attraverso i link del sito ed iscrivervi alla nostra community attraverso il form che trovate in fondo alla pagina per rimanere aggiornati su tutto quello che riguarda i Trivium, partecipare ad eventi e concorsi e incontrare nuovi amici con la vostra stessa passione.

 

Photo Credits: Zad Floki Wylde